Tengo il Tango

1 Gen

20130101-114804.jpg

Quando arrivava Lui si iniziava a giocare veramente.
Gli altri palloni erano come amici sfigati o pazzerelli (vedi il SuperTele) che andavano bene giusto in sua assenza.
Era il primo, indimenticabile e indistruttibile.
Quante macchine ci erano passate sopra?
Secondo me la “Mondo” aveva una galleria dove investiva i palloni,letteralmente.
Appena arrivava al campetto si facevano subito le squadre e, forse ha ragione Philips Roth quando sostiene che nella vita è solo questione di fortuna o sfortuna, altro che psicoanalisi o religione,basta un niente che finisci nell’altra squadra e sai già di aver perso o quasi.

A me piace credere più nelle coincidenze.
Momenti curiosi , come il giorno prima della nostra partenza per la terra di Maradona ci sia in città un fenomenale spettacolo di Tango Argentino.

La pattuglia per questa avventurosa e letteraria destinazione è composta in rigoroso ordine casuale da:
Jò, la più responsabile sempre studiata e sul pezzo.
Paoligña, Trend-Setter attenta ai nuovi look e sguardi infingardi.
Zizza la più piccola e smaniosa di passi doble
il Vostro aspirante Chatwin da pianerottolo.

Si parte con tappa intermedia barcellonese, grazie ad un Alghero-Girona ricco di giovini, tanto spensierati quanto croccanti e molesti.
Il trasferimento al vero aeroporto catalano necessita di un taxi e subito emerge la nostra cialtroneria.
Dopo averci chiesto a vicenda le migliori locuzioni per poter contrattare il prezzo della corsa tra i due scali,scopriamo che esiste un tariffario imposto e non contenti delle figura barbina indichiamo gli zaini tanto per evitare sorprese finali.
L’autista ci guarda con misericordia e alla fine ci fa anche uno sconto di euri 2…della serie compratevi le cingomme.

Il terminal è praticamente deserto, viaggiare il 31 dicembre offre i suoi vantaggi e dopo un salto dallo zio Mac, un giro per le boutique colorate e profumate siamo pronti per la terra, se non del fuoco, almeno del caldo.

Slacciate le cinture, spegnete sti cavolo di cellulari e in alto i calici.

Feliz año nuevo.

20130101-114920.jpg

Annunci

2 Risposte to “Tengo il Tango”

  1. paponzi 03/01/2013 a 17:28 #

    Grande. Le citazioni, nella tua prosa, iniziano a diventare colte. Per tua fortuna non hanno un aspetto esibizionistico e/o dotto, essendo, esse, appropriate. Il problema è che potresti rischiare di circoscrivere il tuo potenziale pubblico alla categoria dei pseudointellettuali che sono i peggiori lettori. Però questo pezzo è prorpio indovinato. Buon prinzipiu e meglio fine

    • DeFederiki 03/01/2013 a 23:19 #

      La ringrazio messere, lei è uno dei pochi a manifestare il suo apprezzamento.
      Mi compiaccio:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: