Legami

28 Ott

  
Al principio non sai neanche legarla. 
Sia agli imperiali, tanto maestosi quanti scomodi, che alle cinghie, tanto pratiche quanto infide. 

Una delle prime paure è che si stacchi e voli addosso alla macchina che hai dietro, e ti dispiace certo che faccia danno ma l’idea di vedere la tua tavola dilaniata dalle gomme di uno sconosciuto è peggio. 

L’unica cosa tangibile di questa passione. Le onde le puoi cercare e prendere, raccontare, fotografare, e se sei bravo disegnare o dipingere. 
Ma poi spariscono. 

Lei ti accompagna ogni volta che vai. 

A un primo sguardo dice chi sei e come te la dovresti cavare in acqua. A volte mente certo, e se ci stai sopra con le gambe larghe e la gobba non può farci nulla. 

D’estate, sotto il braccio, in spiaggia quando rientro e mi ha fatto divertire, abbasso lo sguardo. Forse perché lo sento come un momento di intimità in pubblico. 
Invece sul picco ci parli, ascolta le tue imprecazioni, le urla di gioia, le battute sceme in attesa del set, si prende le frullate e non si lamenta , e se riemergi e non c’è, il tuo cuore accelera. 

All’inizio decide dove portarti e poi, quando hai confidenza, e andate sulla parete liquida, sei in estasi insieme a questo semplice pezzo di “pane” resinato. 

Quando la slego e gli metto la paraffina prima di entrare, mi piace pensare che sia contenta. Che non abbia paura di quello che l’aspetta, delle rocce che a volte sfiora, delle valanghe di schiuma che la travolgono, delle mie cattive scelte in partenza. 

Se gli fanno i complimenti per quanto è bella arrossisco io al suo posto. 

E quando la riporto in garage lo so che dorme tranquilla e sogna, come me, le onde solitarie accarezzate dal vento. 
  

Annunci

5 Risposte to “Legami”

  1. stefano 29/10/2016 a 21:23 #

    Aspetti poetici mascherati che fanno il paio con un rapporto simile al l’innamoramento. D’altra parte non potrebbe che essere così, quando una cosa piace si sublima letterariamente. Complimenti

    • Fed 31/10/2016 a 05:38 #

      Ciao,
      con grandissima e piacevolissima sorpresa scopro ora il tuo blog. Mi chiamo Federico, sono sardo e ho un blog sul surf. Inoltre conosco Vincenzo Ganadu e virtualmente anche Antonio Muglia!
      Mi piace molto come scrivi e vorrei se possibile scambiare i link dei nostri blog.
      Fammi sapere, a presto.
      Fed

      • Defederiki 31/10/2016 a 15:27 #

        Ciao Federico, mi fa davvero piacere quello che mi dici, e certo non c’è problema per lo scambio di link. Appena posso ti aggiungo nel mio Blogroll. È quello che intendi giusto? 🙂

      • Federico Pani 01/11/2016 a 00:13 #

        Si, esatto. Grazie e buone surfate!

        Ciao F

    • Defederiki 04/11/2016 a 11:09 #

      Grazie delle belle parole:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: